Saldi



Guardo sconsolata il conto in banca, già provato dall'acconto fatto al concessionario. Perché sabato ho approfittato del primo weekend di saldi e della (relativa) vicinanza all'Outlet di Serravalle e ho fatto spesa.

Ok, spese.

Parecchie spese. Però quando sei lì nella mente scatta come un meccanismo, tutto dice "comprami" e ti ritrovi ad avere bisogno delle cose più disparate, e poi c'è l'amico bancomat che con una strisciata di risolve il problema, non devi né contare i contanti né tirare fuori documenti di riconoscimento. Basta il magico numerello e il gioco è fatto.

Insomma, alla fine ho comprato:
  • un paio di pantaloncini verde mela della Sergio Tacchini, ideali per le corse, con buona pace del Nike+ (del resto gli altri pantaloncini sono di Adidas...)
  • un paio di bermuda bianche da mettere per andare a lavorare. Mia madre ha subito notato che il bianco per una pendolare non è proprio il massimo, io spero nella resistenza del cotone e in Trenitalia
  • una gonna verde salvia, anche questa per il lavoro
Ma è da Intimissimi che ho dato il meglio di me: sola in mezzo ad una orda di donne impazzite, sono riuscita ad acquistare 3 perizomi, 1 coulotte e 3 reggiseni, con anche un abbinamento perizoma/reggiseno di cui vado molto fiera.

Naturalmente l'euforia è durata fino a ieri, al controllo del conto, al calcolo dell'assicurazione e del bollo che fra qualche mese dovrò pagare. Mannaggia, sono queste le volte in cui vorrei non sapere la storia ma avere lo stipendio a 5 zeri...

Uh, naturalmente devo ancora comprarmi le scarpe nuove ;-)

0 commenti:

Blogger Template by Clairvo