Quaranta son troppi

Stasera squilla il cellulare, è il diacono della parrocchia a cui ho chiesto i certificati di battesimo (com'è che ha il mio cellulare? mistero, ma ormai temo che il mio numero sia di pubblico dominio). Per farla breve: questo gentilissimo signore si era appuntato la mia data di nascita sbagliata... non il giorno, non il mese, ma l'anno. Otto (otto!!!) anni in più, pensava avessi.

E mi ha chiesto due volte se fossi proprio sicura... "Guarda sta quarantenne suonata" deve aver pensato "che si vuole togliere qualche annetto".

Vero che in questo periodo non sono proprio un fiore, però otto anni in più sono un affronto! Domani parto per la missione saccheggio-creme-antietà e da questo weekend si ricomincia a correre.Per adesso, non mi resta che contare le rughe. Sigh 

0 commenti:

Blogger Template by Clairvo